Historiae, repertory and research in medieval chant

historiaeHistoria indica nel Medioevo il ciclo di canti per l’ufficio della festa di un santo. Alcuni erano destinati a culti locali, altri, come quelli dei santi Francesco, Caterina e Nicola, erano ampiamente diffusi. Non tutte le historiae riportano anche la musica. Sinora sono stati editi i testi latini in versi di circa 800 historiae e 20.000 canti dei secoli XII-XV. Con le historiae in prosa dell’epoca precedente, non ancora adeguatamente indagate, il numero dei canti sale a circa 25.000. È un repertorio immenso, il cui studio presuppone strumenti interdisciplinari (letteratura latina, agiografia, storia politica, storia della chiesa e della spiritualità, antropologia).
Il convegno, cui parteciperanno specialisti provenienti da tre continenti, ne rispecchia la complessità attraverso temi rilevanti, quali la storia dell’ufficio nell’VIII-IX secolo; la matrice liturgica dei nuovi uffici; la storia dei cicli e la loro proprietà di generare significati teologici; il ruolo della musica nella comprensione e trasmissione dei testi; la relazione fra nuove melodie e repertorio ‘gregoriano classico’ con i problemi concernenti la stessa possibilità di una corretta definizione di tradizione classica; l’opportunità di estendere l’uso di tecnologie informatiche all’analisi comparata delle melodie.

Il convegno si terrà nella Biblioteca “Gianni Milner” a Venezia, organizzato dalla Fondazione Ugo e Olga Levi, da giovedì 26 a domenica 29 gennaio 2017. Programma e Abstract.

Pubblicato in canto, congresso, gregoriano, iniziative, liturgia, medievale, medioevo, musica, radio | Lascia un commento

“LUX FULGEBIT SUPER NOS” a Citerna (PG)

natale2016_diocesicdc_locandina_citerna_webIl Comune di Citerna (PG) apre il 2017 all’insegna della cultura con il concerto “LUX FULGEBIT SUPER NOS” nella Chiesa di San Francesco di Citerna (PG) sabato 7 gennaio 2017 alle ore 18.00, con la “Schola Gregoriana Assisiensis” diretta da Padre Maurizio Verde.
Il concerto, organizzato dall’amministrazione comunale di Citerna in collaborazione con Il Museo del Duomo di Città di Castello, rietra nell’annovero degli eventi a calendario della Seconda edizione di “Natale in Altotevere umbro” che vede una perfetta collaborazione con altre amministrazioni . È un concerto che racconta il Natale in musica, dove il progetto è stato affidato all’esperienza e alla competenza di Padre Maurizio Verde, direttore di coro, noto per essere il responsabile della formazione musicale dei seminari dei frati minori dei monasteri delle clarisse in Umbria. Con il nuovo anno l’amministrazione comunale di Citerna ha scelto di fare gli auguri di Buon Anno ai propri cittadini e a quanti vorranno partecipare, in modo originale, essendo la prima volta che viene presentato un repertorio di canti gregoriani. La “Schola Gregoriana Assisiensis” è un ensemble vocale, formato di sole voci virili, dedito allo studio e all’esecuzione liturgica e concertistica dei repertori monodici liturgici del Medioevo cristiano europeo (canto gregoriano, canto ambrosiano, canto romano antico), dei repertori polifonici dello stesso periodo. Nata in Assisi, la “Schola Gregoriana Assisiensis” ha sede presso la Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli, affidata da sempre alla cura dei Frati Minori della Provincia Serafica dell’Umbria.

Pubblicato in canto, concerti, medievale, medioevo | Lascia un commento

I Kalicantus alla mostra Mindfull Hands

belbello-da-pavia-attivo-in-lombardia-e-a-venezia-tra-il-1425-e1470-ca-foglio-staccato-da-antifonario-con-annunciazione-in-iniziale-m-1467-1470-venezia-fondazione-giorgio-cini-cutDomenica 8 gennaio 2017, gli amici del gruppo vocale Kalicantus saranno ospiti presso l’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia per dare voce e suono alle meravigliose pagine esposte in una mostra unica e irripetibile.
All’interno delle visite guidate che si svolgeranno nella mostra Mindfull Hands, il gruppo vocale dedicherà una breve offerta musicale alle musiche dell’epoca delle miniature esposte.
Un appuntamento unico e splendido.
Info e costi: Costo: artsystem@artsystem.it o telefonando al n. verde 800 662477 (dal lunedì al venerdì, 10-17).

Pubblicato in canto, corsi, medievale, medioevo, visite guidate | Lascia un commento

Medieval Live eXperiment

15590174_567078203496671_537859273070485819_nFestival di musica medievale, rinascimentale, folk in chiave progressive.
Torna il Live eXperiment, stavolta in forma medievale.
Dopo aver esplorato le Terre dei ghiacci, invitando sui nostri palchi vichinghi dal suono freddo ma romantico, e dopo aver scandagliato in profondità il panorama Progressive italiano alla ricerca dei migliori nuovi talenti underground, stavolta il Live eXperiment viaggerà nel tempo, diventando Medieval Live eXperiment (MLX).
I primi artisti ad essere selezionati per il MLX sono due band molto diverse fra loro: una proviene dal passato e ha un suono che parte dall’antichità per andare verso il futuro, mentre l’altra è nuova e viaggia con la sua musica dal presente verso il passato.
L’evento, che si svolgerà venerdì 13 gennaio 2017 al Defrag di Roma, vedrà il ritorno di ACUSTICA MEDIEVALE, gruppo di Prog medievale fondato nel 1976, e la partecipazione di ELLESMERE, con la presentazione integrale dell’album “Les Châteaux de la Loire”.

Pubblicato in concerti, festival, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

Aquila Atera in concerto a Perugia

foto-comunicatoL’ensemble di musica antica Aquila Altera giovedì 29 dicembre 2016 alle ore 21,00 terrà a Perugia il concerto di musica medievale “NATUS EST” nell’ambito della manifestazione “Natale in Musìca” organizzata dall’Associazione del capoluogo umbro “Arte & Musica nelle terre del Perugino”.
Il concerto, che fa parte del cartellone natalizio che l’associazione perugina sta realizzando presso la suggestiva Torre Cassero di Porta Sant’Angelo e che si concluderà il I Gennaio 2017 con il Fiffaro Consort, presenta una selezione di musiche medievali europee che saranno eseguite dall’ensemble aquilano nella splendida cornice della mostra permanente Musìca – Verso Museo diffuso degli strumenti Musicali che ha luogo proprio presso la Torre.
AQUILA ALTERA ensemble sarà presente all’evento con: Maria Antonietta Cignitti canto, ghironda, percussioni, Daniele Bernardini flauti dritti, flauto doppio, flauto e tamburo, cornamusa Gabriele Pro viella, Antonio Pro liuto, Beatrice Dionisi arpa.
Il concerto sarà preceduto alle 19.30 da un aperitivo. E’ gradita la prenotazione.

Pubblicato in concerti, iniziative, medievale, medioevo | Lascia un commento

Puer natus in Bethlehem

15621774_902574166544382_7089000731210531820_nAl Teatro Sotterraneo di Spongano, in provincia di Lecce, prosegue la rassegna “Fortezza in opera” promossa dalla Compagnia Salvatore Della Villa e da Ipogeo Bacile. Martedì 27 dicembre 2016 (ore 20.30 – ingresso 5 euro), per la sezione ConcertAzioni, l’Ensemble Concentus propone lo spettacolo Puer natus in Bethlehem. Canti e musiche per la Natività tra Medioevo e Rinascimento. Un viaggio musicale attraverso l’Europa tra medioevo e primo rinascimento, con l’esecuzione di musiche vocali e strumentali tratte dalla tradizione mariana e natalizia e dal repertorio delle musiche legate ai pellegrinaggi verso i più  importanti santuari del continente. I brani selezionati provengono da preziosi codici risalenti ai secoli XIII, XIV e XV, conservati in Italia, Francia, Spagna, Germania e Paesi Scandinavi. I brani vocali saranno eseguiti nelle antiche lingue originali e il loro significato sarà presentato al pubblico con brevi introduzioni esplicative. L’Ensemble Concentus è un gruppo strumentale specializzato in musica antica fondato da Maurizio Ria nel 1992. L’Ensemble è formato da apprezzati musicisti che da molti anni sono presenti sulla scena artistico-musicale, svolgendo un’intensa attività concertistica con formazioni che vanno dal Duo all’Orchestra Sinfonica, collaborando con numerose compagini specializzate in esecuzioni filologiche come Le Concert des Nations diretto da Jordi Savall, la Confraternita de’ Musici, il Collegium Musicum Almae Mater (Bologna), l’Accademia Montis Regalis (Mondovì), l’Accademia di Terra d’Otranto e molte altre ancora effettuando svariate incisioni discografiche e tournée in Italia e all’estero (Svizzera, Francia, Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Grecia, Montenegro, Rep. Ceca). Uno degli obiettivi principali dell’Ensemble Concentus è la divulgazione, a tutti i livelli, della cultura musicale antica. L’organico e lo strumentario dell’Ensemble variano a seconda delle scelte di programmazione abbracciando un repertorio che spazia dal Quattrocento al Classicismo. Le esecuzioni si basano sul filologico delle fonti musicali e delle prassi esecutive delle varie epoche e gli strumenti utilizzati sono copie fedeli di strumenti antichi. L’Ensemble Concentus propone concerti di musica sacra e profana, rievocazioni storiche e spettacoli di danze sociali e di corte, collaborando con solisti, gruppi corali, compagnie di danza e teatrali. L’ensemble è composto da Vania Palumbo (soprano), Pier Paolo Del Prete (viella), Maurizio Ria (viola da gamba), Angela Cosi (arpa celtica), Patrizia Sambati (citola, Chitarra spagnola), Claudio Del Prete (percussioni).

Pubblicato in canto, concerti, medievale, medioevo, musica, trovatori | Lascia un commento

“Calendau”, canti natalizi in lingua d’Oc

lou_dalfin_sergio

Sergio Berardo

“Calendau”, canti natalizi in lingua d’Oc, in programma lunedì 19 dicembre 2016 alle ore 21,00 presso la Chiesa Immacolata Concezione a Tetti Francesi, Rivalta di Torino.
Sergio Berardo, poliedrico leader di Lou Dalfin, il gruppo che più di ogni altro in questi anni ha portato in giro per la penisola e l’Europa la musica popolare delle valli cuneesi, nonché esponente di primo piano della cultura occitana, riunisce intorno a sé cinque musicisti per proporre lo spettacolo natalizio Calendau.
Ne risulta un viaggio all’indietro nel tempo che riesce a far rivivere con estrema naturalezza le sonorità natalizie e i canti in lingua d’Oc che risuonavano in quelle valli almeno a partire dall’epoca medievale e sono in tutto e per tutto espressione di una religiosità popolare autentica e non soffocata dalle imposizioni dei riti.
In Calendau non sono presenti soltanto tradizionali melodie natalizie anzi, queste si fondono a brani di creazione del repertorio classico occitano in una sorta di veglia di Natale in famiglia tra echi di bottiglie stappate e di canti. Per non dimenticare un salto nello scherzo, nella dimensione più festiva e meno consumistica del momento natalizio.
Sergio Berardo (ghironda, fisarmonica diatonica, cornamuse, flauti, chitarra e voce) Chiara Cesano (violino), Enrica Bruna (flauto, fifres, ghironda e voce), Enrico Gosmar (chitarra), Carlo Revello (basso) e Roberto Avena (fisarmonica cromatica).

Pubblicato in concerti, medievale, medioevo, musica, trovatori | Lascia un commento