Più dura che petra

Sabato 27 agosto 2015 alle ore 22,00 presso il Parco Archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia (CZ), nell’ambito del Festival Armonie d’Arte e in occasione delle celebrazioni dantesche nei  750 anni dalla nascita va in scena “PIÙ DURA CHE PETRA” rime dantesche e ardimenti musicali.
voce recitante DAVID RIONDINO
LA REVERDIE ENSAMBLE
Claudia Caffagni, voce, liuto
Livia Caffagni, voce, viella, flauti
Elisabetta de Mircovich, voce, viella, ribeca
Sara Mancuso, arpa, organo portativo, claviciterio
Matteo Zenatti, voce, arpa, tamburello

| Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Musica Cortese 2015

Da giovedì 27 agosto a giovedì 8 ottobre 2015 Dramsam Centro Giuliano di Musica Antica presenta Musica Cortese 2015, Festival internazionale di musica antica nei luoghi storici del Friuli Venezia Giulia e della Gorisca.

Per tutte le informazioni e il programma completo visita il sito dramsam.org.

| Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Concerto per arpa e voce di Antonella Natangelo

Antonella  musica  per  universo_copyGiovedì 27 agosto 2015 alle ore 11:00, nella trecentesca splendida Chiesa di Sant’Agostino, nel centro storico di San Gimignano, Antonella Natangelo, pioniera in Italia del canto accompagnato da arpa, terrà un concerto per arpa e voce di soprano ”O dulcissima dilecta mea “ Stefano Bernardi (1580-1636). In programma dieci brani, alcuni eseguiti con arpa, altri per arpa e canto, altri ancora a cappella in un percorso musicale sulle ali di una certa leggiadria femminile che, nell’esecuzione, spazia dal Medioevo (i primi quattro) alla musica composta nel XVII secolo e nella prima metà del XVIII (Barocco). Saranno infatti eseguite musiche di J. S. Bach, G. Frescobaldi, J. Pachelbel, S. Bernardi, T. O’Carolan, Haendel per la voce di soprano e arpa di Antonella Natangelo.
Un concerto che si annuncia carico di emozioni e pathos. Fra l’altro, ascolteremo “O dulcissima dilecta mea“ di Stefano Bernardi detto Il Moretto, il cui testo è tratto dal Cantico dei Cantici, riletto in chiave mariana che esprime l’amore del Cristo per la madre in un’esaltazione della figura femminile, la Madonna, appunto, che dà il titolo al concerto stesso e che l’artista propone con un’esecuzione a cappella, seppure il brano sia stato scritto per basso continuo.
Il concerto è organizzato grazie all’ospitalità dei padri agostiniani ed è a titolo gratuito.
Antonella Natangelo dedica tutto il suo tempo alla musica e alla ricerca del suono, è compositrice, ricercatrice, si è specializzata nel medioevo intraprendendo un percorso di ricerca filologica sul Laudario di Cortona (XIII sec). Diplomata in canto lirico al Conservatorio di musica Luigi Cherubini di Firenze, si è perfezionata nel repertorio medioevale-rinascimentale. Ha iniziato lo studio dell’arpa celtica con l’arpista Patrizia Bini (Teatro Comunale di Firenze) e proseguito poi con lo studio dell’arpa classica con Cinzia Conte (Orchestra Regionale Toscana). Dal 2007 è membro della Fondazione Patricia Adkins Chiti “Donne in Musica” che promuove pubblicazioni e favorisce talenti di donne compositrici nel mondo. La sua attività spazia fra concerti, festivals, collaborazioni teatrali, eventi culturali, rievocazioni storiche in Toscana, in Italia e all’estero. Ha inciso numerosi album fra cui ci piace ricordare “La leggenda della neve” e “Luna”. www.antonellanatangelo.it.

| Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

I Carmina Burana in scena a Gaeta (LT)

Proseguono gli appuntamenti all’Arena Virgilio di Gaeta, che quest’anno è partner del progetto Le 40 città italiane della Musica. Proprio per questo l’amministrazione comunale ha promosso appuntamenti di alto profilo come La Traviata che ha inaugurato la rassegna all’Arena Virgilio e l’appuntamento in programma per mercoledì 19 agosto 2015 con l’esecuzione da parte di oltre centro musicisti dei Carmina Burana.
Lo spettacolo, che inizierà alle 21.00, porterà in scena l’affascinante fusione tra musica popolare e musica colta nella partitura che Carl Orff compose tra il 1935 e il 1936: canti religiosi e profani, musica classica e medievale, canti poetici e satirici, mistici e blasfemi si avvicenderanno in un’esibizione indimenticabile.
Un organo classico sarà affiancato da un coro e dei solisti, percussioni, strumenti della tradizione popolare e strumenti di un passato molto lontano e un pianoforte saranno diretti dal Maestro Renzo Renzi, tra gli interpreti anche Nando Citarella, musicista campano, attore, e profondo conoscitore delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali mediterranee.

| Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Premio biennale “Pier Luigi Gaiatto”

angeliPREMIO BIENNALE “PIER LUIGI GAIATTO”
BANDO DI CONCORSO –
TERZA EDIZIONE

presentazione delle domande entro 31 agosto 2016

In adesione alla volontà di Gabriella, Angelo e Davide Gaiatto, di tenere vivo il ricordo di Pier Luigi, loro figlio e fratello, sostenendo gli studi musicologici, la Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia bandisce la terza edizione del concorso riservata a ricerche originali e inedite sulla musica sacra e sulla musica nella religione, realizzate negli anni 2014 – 2016.

Sono ammessi al concorso lavori scientifici inediti, non destinati a pubblicazione in altra sede, nelle seguenti aree:

– archivistico-musicale (analisi di atti e documenti d’archivio)

– storico-teorica (opere teoriche e normative)

– critica (studi basati su cronache, rassegne e pubblicazioni periodiche)

– storico-musicale (autori e composizioni musicali)

– tecnico-musicale (prassi esecutiva e recupero dell’antico)

– arte degli organi.

Il premio pari a € 4.000,00 (quattromila), è indivisibile. Qualora l’attribuzione del premio andasse deserta per mancanza di contributi adeguati, l’importo sarà destinato al bando  successivo.

Bando di concorso [pdf, kb]
Domanda di partecipazione [pdf, kb]

| Contrassegnato , | Lascia un commento

L’Anonima Frottolisti in concerto a Marciano della Chiana (AR)

Il IV Festival di Musica Antica Suoni dalla Torre, nella cornice della Torre medievale di Marciano della Chiana (AR) – medievale sebbene dotata di tutti i comfort -, invita gli appassionati dell’Umanesimo italiano a riscoprirne la musica a corte con il concerto di uno degli ensemble musicali dedicati al genere più influenti del momento, l’Anonima Frottlisti.
L’occasione è il concerto che domenica 2 agosto 2015, alle ore 21:15, chiuderà il festival di musica antica, una delle sezioni del Festival delle Musiche, dopo un’intensa settimana in lui si sono alternate lezioni, conferenze e concerti tutti rigorosamente dedicati all’antichità musicale, riscoprendone la pratica, l’eccellenza e allo stesso tempo la straordinaria modernità.
L’Anonima FrottolistiLuca Piccioni (liuto e voce), Emiliano Finucci (viola da braccio e voce), Simone Marcelli (organo portativo e voce), Ludovico Mosena (dulciana e flauto), Massimiliano Dragoni (salterio e percussioni) – si esibirà in un concerto dal titolo “… E non è mai né sera né mattina…”, quale ideale rappresentazione musicale di un’immaginaria corte dell’Umanesimo italiano. L’esecuzione riguarderà musica proveniente dalle opere a stampa del primissimo Cinquecento e dai manoscritti quattrocenteschi; opere caratterizzate dallo splendido sviluppo della scrittura per liuto e dall’estetica ricercata all’interno delle composizioni polifoniche e contrappuntistiche del tempo. Un’occasione per raccontare il piacere e la ricerca del gusto e dell’intrattenimento a cavallo tra XV e XVI secolo. Ingresso gratuito.

| Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Canavisium Moyen Age in concerto a Cesenatico

Giovedì 30 luglio 2015, in Piazza delle Conserve a Cesenatico (FC), alle ore 21.00, la rassegna culturale Ribalta Marea organizzata dal Comune di Cesenatico, propone un viaggio musicale nell’Europa Medievale con i Canavisium Moyen Age, formazione strumentale nata ad Ivrea e composta da Sonia Cestonaro, Rinaldo Doro e Paolo Lova, tutti musicisti del Canavese. Gli artisti si ispirano alla tradizione medievale proponendo le musiche dei Trovatori e dei Trovieri, menestrelli che suonavano canti e ballate di castello in castello nelle corti di tutta Europa.
L’Ensemble, formata da musicisti provenienti da diverse esperienze artistiche, uniti nell’intento di una riproduzione fedele dei suoni e delle atmosfere del Medioevo, utilizza strumenti che sono ricostruzioni di quelli usati nel periodo su indicazioni iconografiche e organologiche riprodotti dai più noti liutai europei. L’esecuzione di tutti i brani è proposta in forma strumentale da liuti, synphonia, armonium da tavolo, percussioni e violoncello. Il violoncello viene utilizzato come strumento “contaminatore” per la sua sonorità e versatilità, che ben si amalgama con gli strumenti dell’epoca e perché esegue quelle note nel registro grave che solitamente venivano eseguite dalle voci.
I brani musicali eseguiti dall’Ensemble sono tratti da antichi manoscritti come le “Cantigas de Santa Maria” (brani raccolti da Alfonso X Il Saggio, re di Castiglia, relativi a miracoli compiuti dalla Vergine durante i viaggi dei pellegrini sulla via verso il Santuario di Santiago de Compostela), il “Livre Vermeil” (chiamato in questo modo per la copertina rossa contenente canti e danze del XIV secolo eseguiti al monastero di Montserrat), il “Laudario di Cortona”, un codice musicale manoscritto italiano della seconda metà del XIII secolo, contenente una collezione di laude, e frammenti anonimi di melodie e ballate. Ingresso libero.

| Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento