La “Compagnia dei Cantori” a Casorezzo

14333831_1128190437269103_7207446820282855330_nNell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio domenica 25 settembre 2016 presso l’Oratorio di San Salvatore a Casorezzo (MI) pel pomeriggio si alterneranno momenti di visita libera (dalle 14.30) a VISITE GUIDATE (h. 15, 16, 17); a conclusione (h. 18) il CONCERTO vocale de ‘La COMPAGNIA dei CANTORI’ -diretta da Enrico De Capitani-, in un percorso nella musica sacra medievale -tropi, sequenze, laudi e polifonie- tra XI e XIII secolo.
Per la ridotta capienza dell’Oratorio è indispensabile la PRENOTAZIONE, sia per le visite guidate che per il concerto all’indirizzo e-mail: sansalvatore.casorezzo@infinito.it
Contributo-spese: ingresso + visita guidata 1 euro, ingresso + concerto 3 euro.

Pubblicato in concerti, medioevo, medievale, conferenze, visite guidate, Petrarca, polifonia | Lascia un commento

Un viaggio nel Medioevo a Pavia

manifesto20sanmichele20llibre20v20v4Un viaggio musicale nel Medioevo tra le antiche mura di San Michele Maggiore, armonie di voci e strumenti del Trecento. E’ quello che propone il gruppo vocale Audite Nova di Voghera con il concerto che lo vedrà protagonista sabato 24 settembre 2016 alle ore 21,00 nella bella basilica pavese, e in occasione del quale l’ensemble eseguirà in versione integrale la collezione di canti e danze ad uso dei pellegrini, contenuti nell’antico “Llibre Vermell” (libro rosso, dal colore della pelle con cui fu rilegato), conservato nella Biblioteca del Monastero benedettino di Santa Maria de Montserrat. Situato nel cuore della Catalogna, non lontano da Barcellona, incastonato nella omonima singolare montagna e circondato da una natura maestosa e mozzafiato, il monastero è ancora oggi, fin dall’VIII secolo, meta di pellegrinaggi di venerazione della Vergine Nera, patrona della Catalogna.
“Quanto al manoscritto del Llibre Vermeil – spiega Mario Giacobboni, musicologo, tenore e direttore del gruppo vocale Audite Nova – risale alla fine del XIV secolo e contiene alcuni testi con notazione musicale, significativi esempi del repertorio nato in seno a quella spiritualità medievale che faceva dell’individuo semplicemente un homo viator. Fu salvato dai saccheggi napoleonici e grazie a questo oggi possiamo conoscere la splendida raccolta di danze, virelai, canoni e canti liturgici intonati dai pellegrini dopo il loro lungo viaggio in onore della Moreneta, che noi riproprremo”.
Solista del coro sarà Paola Comerio, mentre l’accompagnamento musicale sarà affidato alla neonata Vermell Orchestra, che utilizza strumenti del Medioevo: arpa celtica (Camillo Vespoli), salterio e arco (Roberto Chiari), flauti (Chiara Mojana) e percussioni (Nicolò Torciani, Emanuele Romano), abbinati a strumenti a pizzico ed arco di origine orientale (Mauro Bove), in un accostamento che ben racconta quel contatto tra Oriente ed Occidente di cui il pellegrino fu certamente il tramite. L’ingresso è libero.

Pubblicato in concerti, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

La Voce e il Tempo

vove_tempo

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Una Schola di Canto Gregoriano all’Eremo Camaldolese

c19c64_f9dbfdf77026449c8e2d158c0639fe7bmv2_d_1819_2573_s_2Sta nascendo presso l’Eremo Benedettino Camaldolese di Bardolino (VR) la nuova Schola Cantorum Sancti Georgii, un gruppo vocale specializzato nell’esecuzione del canto cristiano medievale, il Canto Gregoriano.
La Schola sarà aperta a tutti: appassionati, cantori già esperti e a chi è alle prime esperienze e a tutti verrà data la possibilità di essere ascoltati per poi poterne far parte.
Due prove mensili da ottobre a maggio il venerdì sera alle ore 20,30, incontri divulgativi e teorici col M° Fulvio Rampi, docente di Prepolifonia al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, direttore dei Cantori Gregoriani di Cremona, conosciuto a livello internazionale quale esperto gregorianista, esercitazioni corali col M° Luca Buzzavi, direttore della Scuola Gregoriana di Cremona, dell’Accademia corale Teleion e della Schola Cantorum Gregoriana “Matilde di Canossa”. In totale 20 incontri e la formula della schola sarà tale da poter permettere anche a persone che abitano lontano o che hanno impegni di qualsiasi genere, di potervi prendere parte; l’eremo ha la possibilità di poter offrire ospitalità a chi lo desiderasse per il pernottamento e le lezioni verranno supportate da materiale didattico che permetterà un apprendimento sicuro e veloce. Ad ogni corista, oltre alle dispense e le partiture, verrà dato materiale audio (CD o Mp3) per lo studio personale a casa.
Alla direzione della Schola ci sarà il M° Matteo Ballisti, diplomato in Strumentazione per Orchestra di fiati al Conservatorio di Verona, ha studiato Direzione di Coro al Conservatorio di Bologna e attualmente Organo presso il Conservatorio di Mantova. Frequenta la Scuola Gregoriana di Cremona (M° Rampi) e i Corsi di Liturgia e Musica Universa Laus. Dal 2007 è organista titolare del Santuario Madonna del Frassino in Peschiera del Garda e direttore dei Cori di Peschiera del Garda e Pacengo.
Il costo del Corso è di 80€ (60€ per gli studenti) e comprende iscrizione, materiale didattico e lezioni.
Per informazioni contattate il direttore Artistico, il M° Matteo Ballisti al n° 346 38 18 494, oppure inviate una mail all’indirizzo scholagregorianasangiorgio@gmail.com ; visitate il sito www.scholagregorianasa.wixsite.com/eremo.

Pubblicato in canto, corsi, gregoriano, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

Il Coro “Cantus Anthimi” agli Uffizi

fotocantusanthimidscf0364mediumMartedì 13 settembre 2016, come ogni martedì fino al 27 di questo mese, l’orario della Galleria degli Uffizi e della Galleria dell’Accademia viene prolungato dalle 19 alle 22.
Per questo martedì «Uffizi Live» propone «Theotokos – tra cielo e terra nella contemplazione del mistero», performance itinerante al Secondo Piano della Galleria dalle ore 19,00 alle ore 21,00. Ad eseguire è il Coro “Cantus Anthimi”, diretto da Livio Picotti, nato nel 2004 nella magnifica Abbazia di Sant’Antimo, a Montalcino. Il gruppo si dedica allo studio del canto sacro vissuto come meditazione e ascolto, occasione di crescita umana e spirituale; nella performance ripercorrerà i sentieri tracciati dal sentimento di devozione alla Vergine Maria nei momenti cruciali della sua esistenza, accompagnando l’ascoltatore in uno stato percettivo sempre più profondo stimolato dalla potente simbologia delle immagini testuali e dal fascino del suono. I brani proposti spaziano dalla monodia gregoriana e medievale alla polifonia rinascimentale. Questo il programma: Inni gregoriani e greco ortodossi, Laudario Giustinianeo (Venezia – XV sec.), Laudario di Cortona (XIII sec.), Codex Las Huelgas (Monastero di Burgos XIII sec.), Codex Montpellier (XIII sec.), Codice Marciano It. IX,145 (XV sec.), Llibre Vermell (Montserrat XIV-XV sec.), Cancionero de Palacio (XVI sec.), Hildegard von Bingen (1098- 1179), Josquin des Prez (c.a 1450-1521).

Pubblicato in concerti, gregoriano, iniziative, medievale, medioevo | Lascia un commento

Voci sacre: tre fedi, un solo Dio

voci-sacreVenerdì 23 settembre 2016 il Duomo Vecchio di Monselice (PD) ospiterà “Voci sacre: tre fedi, un solo Dio”, progetto della cantante Patrizia Bovi, fondatrice dell’Ensemble Micrologus, gruppo che lavora da oltre trent’anni sulla ricerca e l’interpretazione della musica medievale che farà incontrare la tradizione musicale vocale delle tre grandi religioni monoteistiche: dalla musica della chiesa maronita d’Oriente alla tradizione ebraica sefardita, dalla tradizione sufi alle preghiere della mistica Ildegarda di Bingen.
Un progetto che unisce la tradizione musicale vocale delle tre grandi religioni monoteistiche: Patrizia Bovi ha invitato Fadia Tomb El-Hage e Françoise Atlan per esplorare la musica della parte mistica dell’Islam, la musica della chiesa maronita d’Oriente e la tradizione ebraica sefardita. Alcuni canti del programma vengono dalla tradizione sufi, come il canto iniziale Ayyuhal Nas, un invito alla preghiera. Kyrie eleison, Ya Khaliqual akwani e Abo Dkochto sono in aramaico, arabo e siriano. I canti della tradizione ebraica vengono dal Cantico dei Cantici o da repertori regionali, come il giudaico provenzale Adonai be kol shofar, o i brani Ay madre e Cum mucha lecenzia, che vengono dalle regioni balcaniche e dal Marocco, dove gli ebrei avevano trovato rifugio dopo la diaspora del 1492. I canti cristiani, invece, sono preghiere e inni alla Vergine Maria della mistica Ildegarda di Bingen o mottetti tratti dal codice Las Huelgas del XIII secolo, manoscritto in uso al monastero femminile di Santa Maria di Las Huelgas a Burgos, oltre ad alcuni brani di tradizione orale come lo Stabat Mater di Calenzana (Corsica) o come E lu giovedì sante, canto di passione delle donne di Ischitella (Puglia). Il concerto inizia alle 21.00 a Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.rassegnamusike.it. Le prenotazioni partiranno il 13 settembre.

Pubblicato in banchetto, concerti, link, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

L’Ensemble Dramsam al Castello di Gorizia

viatores-cartolinaMusica Cortese – Edizione 2016
Festival Internazionale di Musica Antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia
L’edizione 2016 di Musica Cortese, che quest’anno festeggia il ventottesimo anno di vita, si articola in due parti distinte. La prima, composta da quattro concerti, avrà luogo in settembre e ottobre 2016; la seconda si svolgerà tra maggio e giugno 2017, e comprenderà altri sei concerti più un evento speciale dedicato alle migrazioni.
Anche quest’anno il primo concerto della Rassegna si terrà a Gorizia – il cui castello rappresenta da sempre la sede inaugurale degli eventi programmati – per poi coinvolgere i siti storici tradizionalmente legati al Festival e, da quest’anno, i “Borghi più belli d’Italia” presenti nella Regione Friuli Venezia Giulia.
La valorizzazione degli spazi e dei luoghi storici attraverso la riproposizione dei repertori e della prassi musicale antica a loro collegati, sono anche quest’anno l’obiettivo principale della rassegna.
Iter – Il Viaggio è il tema ed il titolo individuato per l’edizione 2016: Viaggio nelle molteplici accezioni che questo tema ha assunto storicamente, ma anche nelle sue varie declinazioni di significato.
Un viaggio che può diventare un pellegrinaggio verso le grandi mete della spiritualità, o un percorso culturale per raggiungere i centri del sapere, o ancora una migrazione, di popoli, di culture, di religioni diverse.
Si comincia domenica 11 settembre 2016 alle ore 21,00 nel Salone degli Stati Provinciali del Castello di Gorizia con il concerto “Viatores”, canti di cavalieri, dame e pellegrini sulle strade dell’Europa medievale con l’ENSEMBLE DRAMSAM. Ingresso libero.
Scarica il libretto della prima parte di Musica Cortese 2016.

Pubblicato in concerti, festival, medievale, medioevo, mostre, musica, pellegrini, portali | Lascia un commento