Lux Laetitiae, il nuovo CD de La Reverdie

279164265_5104824142896597_8583443354700336735_nCon Lux laetitiae, il nuovo CD appena pubblicato, La Reverdie continua il suo percorso discografico dopo il successo della sua più recente produzione dedicata a Francesco Landini: dalla Firenze del grande compositore cieco del Trecento, allo splendore della corte estense nella Ferrara quattrocentesca! Il programma presenta dodici brani di un importante codice appartenuto alla corte, in cui compositori alla moda come Guillaume Dufay e John Dunstaple si sono cimentati nel genere del mottetto. Le esibizioni combinano sei voci con una ricca gamma di strumenti e mirano a riprodurre il suono splendente della cappella estense al tempo di Lionello e Borso, mecenati appassionati che attirarono a Ferrara molti artisti di talento incaricati di adornare la corte di arte, bellezza e armonia. Un’esplorazione della prolifica tradizione del culto mariano che, dal XII secolo in poi, si manifestò in una straordinaria ricchezza di forme musicali e che, nel XV secolo, sfociò in grandiose composizioni che ancora oggi possono affascinarci per la loro complessità e fascino. Guarda il video “Gaude virgo salutata” un brano del CD su You Tube !

Contrassegnato , , | Lascia un commento

Realtà aumentata del medioevo musicale a Siena e nel senese

280598129_7848047575205406_6472394047758259427_n

Per maggiori informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , | Lascia un commento

Mostra e concerto di musica e strumenti medievali a Morimondo

mostra-strumenti-musicali-medievali_0

Per tutte le informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Festival dell’Ascensione 2022

8 maggio - 12 giugno musica

Per tutte le informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Canti gregoriani all’abbazia di Morimondo

canti-gregoriani-1

Per maggiori informazioni e progamma clicca qui !

Lascia un commento

La ballata italiana del Trecento

orchestra-medievale-ottobre-2021Il concerto dell‘Ensemble di Musica Medievale della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di sabato 7 maggio 2022 alle ore 16,15 al Castello Sforzesco di Milano di conclude i seminari sulla ballata tenuti da Claudia Caffagni, direttore dell’ensemble, presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado. La ballata è il genere musicale forse più rappresentativo ed esteso per numero di composizioni del repertorio dell’ars nova italiana del Trecento.
Il programma del concerto include tre delle cinque ballate monodiche tramandate dal Codice Rossi (1370ca.), rari esempi manoscritti di un’ampia tradizione musicale estemporanea e mnemonica di cui è presente una ricca trattatistica che ne spiega le caratteristiche: dal De Vulgari eloquentia (1303-05) di Dante al Trattato dei ritmi volgari (1381-84) di Gidino da Sommacampagna. Un capitolo importante è inoltre dedicato alle ballate a due e tre voci di Francesco Landini, il più prolifico e interessante compositore di questo genere musicale. I seminari hanno visto l’approfondimento di tutte le questioni legate alla prassi esecutiva, la lettura dalle fonti originali del repertorio, la comparazione delle fonti, la fase di trascrizione del materiale musicale a uso performativo, l’analisi delle strutture testuali e musicali. Durante il concerto verranno eseguite alcune ballate accompagnate dalla danza.
Si ringrazia Ilaria Sainato per la collaborazione alle coreografie. Per maggiori informazioni e programma completo del concerto clicca qui !

Contrassegnato , | 1 commento

Incontro sulla Musica Medievale

46957523_2221326734547156_6322749346467020800_nMercoledì 4 maggio 2022 alle ore 21,00 presso la sala Civica della Villa Ceriani (Via U. Foscolo, 23, 22036 Erba CO) nell’ambito dei Mercoledì Culturali il Maestro Liutaio Emanuele Vocale condurrà i presenti ad un incontro sulla Musica Medievale. Parlerà degli strumenti in uso nel Medioevo e Rinascimento e sarà affiancato nella sua esposizione anche dalla preziosa presenza del maestro Fumagalli “Ragno” Ranieri appassionato ed estimatore dei vari strumenti a fiato e soprattutto delle cornamuse, in particolare del “baghèt lumbard” la cornamusa bergamasca. La serata verrà introdotta anche attraverso la presentazione di alcune leggende in chiave musicale proposte dalla Compagnia dei Cantastorie della Martesana con Antonello Marieni, Vincenzo D’Aloisio e Gianluigi Curioni. Una serata all’insegna della musica che ci porterà con la fantasia ai tempi in cui dame e cavalieri vivevano in compagnia tra le mura dei nostri castelli.

Contrassegnato , , | Lascia un commento

Le ballate italiane del Trecento

schermata-2022-03-30-alle-11.50.17Mercoledì 4 maggio 2022 alle ore 18,00 presso la Fondazione Ugo e Olga Levi in San Marco 2893 a Venezia si tiene il concerto “Le Ballate del Trecento” con l’Ensemble di musica medievale della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano diretta da Claudia Caffagni e con le coreografie di Ilaria Sainato. Quello della ballata è il genere poetico-musicale forse più rappresentativo ed esteso per numero di composizioni, del repertorio dell’ars nova italiana del Trecento. Il programma include tre delle cinque ballate monodiche tramandate dal Codice Rossi (1370ca.), rari esempi manoscritti di un’ampia tradizione musicale estemporanea e mnemonica di cui è presente una ricca trattatistica. Per maggiori informzioni e programma completo clicca qui !

Contrassegnato , , , | 1 commento

Suoni in Cammino a Niasca Paraggi

275577039_1158879421516271_4680160818893129760_nSabato 25 aprile 2022 alle ore 10,00 una piacevole e facile Passeggiata musicale con Chiara Mojana e Bertino Chiari di In Itinere Musica Medievale con i loro strumenti storici, partendo dalla bellissima Paraggi per arrivare con alcune brevi tappe di ascolto all’affascinante Eremo di Niasca come antichi menestrelli in pellegrinaggio, dove si concluderà il concerto nel perfetto contesto medievale dell’antico e da poco ristrutturato Eremo Sant’Antonio.

Chiara Mojana – arpa medievale, flauto a becco, Roberto Chiari – viella, citola, percussioni.
Un viaggio musicale e poetico nell’Europa medievale. Attraverso letture ed esecuzione di composizioni dei secoli XII e XIV scopriremo come la natura sia una fonte d’ispirazione fondamentale per i “cantautori” tardomedievali. E con essa il canto degli uccelli, che annuncia l’arrivo della bella stagione, fa da cornice allo sbocciare di nuovi amori e invita il musicista a duettare con citola e flauti. Il loro volo invece li rende un simbolo spirituale e di immortalità dell’anima. Come in una canzone dell’antica Spagna, dove il compositore affida le sue ultime parole d’amore al volo di una colomba, messaggera tra il mondo terreno e quello divino.

Per maggiori informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , | Lascia un commento

Per crucem ad lucem

16 aprile musica

Contrassegnato , , , , | Lascia un commento