Mediterranea

invito-alla-francesca

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Musica Medievale del Mare Nostrum

allafrancescatrio_-_photo_serge_vincentiVenerdì 24 febbraio 2017 alle ore 21,00 Genova ospita il prestigioso Ensemble Alla Francesca, raramente presente in Italia e da anni riferimento per chi pratica il repertorio medievale. Gli interpreti sono tre assoluti fuoriclasse per il repertorio medievale: Brigitte Lesne, voce e arpa, Carlo Rizzo, percussioni e Pierre Hamon, flauti diritti.
Il concerto presenta musiche dalle diverse sponde del Mediterraneo: laudi, danze e canzoni, gioielli della cultura medievale, che dal XII al XIV secolo rievocano lo spirito mediterraneo, crogiuolo di numerose influenze, ma il programma si espande al di là dei suoi limiti geografici e temporali.
La strumentazione utilizzata dal trio è particolarmente significativa: il flauto doppio e l’arpa medievale evocano l’immagine, così frequente nell’iconografia greco-antica, dell’aulos e della lira; i tamburelli, semplici pelli animali tese su una cornice circolare di legno sono presenti da sempre nel bacino del Mediterraneo e figurano numerosi nei mosaici romani.
MEDITERRANEA – Musica medievale del Mare Nostrum
Venerdì 24 febbraio 2017, ore 21
Chiesa di S. Stefano , Piazza Santo Stefano, 2 – Genova
Ingresso a offerta libera (Minimo euro 5,00)

Pubblicato in concerti, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

I Canti dei Longobardi

image

Thomas Forrest Kelly

Da martedì 21 a giovedì 23 febbraio 2017, presso la nuova sede del Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra (C.so Garibaldi, 116 – Milano) – Istituto di ricerca musicologica e Scuola di alta formazione musicale – guidato dal prof. Thomas Forrest Kelly, Morton B. Knafel Professor of Music presso la Harvard University, prenderà avvio il primo ciclo del Corso di Alta formazione, dedicato a «i Canti dei Longobardi».
Il corso introduce alla musica liturgica della Longobardia minor medievale, la musica che noi oggi chiamiamo «Canto beneventano».
Si tratta di un repertorio di grande interesse musicale, soppresso nel corso dell’XI-XII secolo a favore del canto che ora noi chiamiamo «Gregoriano».
Lungo il corso verrà presentata la storia, la liturgia e la musica del repertorio beneventano facendo uso di esempi musicali pratici tratti dai manoscritti superstiti.
Il Canto beneventano è legato al milanese Canto ambrosiano: le lezioni esploreranno anche le relazioni fra i due repertori.
L’iniziativa, proposta agli studenti accademici del PIAMS, è aperta anche a uditori esterni.
Non vi sono limiti di età per l’iscrizione.
Al termine del corso, su richiesta, ai partecipanti verrà rilasciato un attestato con certificazione dei crediti CFU.
Termine ultimo per l’iscrizione: 19 febbraio 2017.
Thomas Forrest Kelly (1943), musicologo e musicista statunitense, si è formato presso la University of North Carolina, la Schola Cantorum di Parigi, la Royal Academy of Music di Londra e la Harvard University.
È docente di musica presso la Harvard University – dove è stato Preside del Dipartimento di Musica (1999-2004) – e ha insegnato presso l’Oberlin Conservatory, presso il «Five College Consortium» (Amherst, Smith, Mount Holyoke, Hampshire Colleges e l’Università del Massachusetts) e al Wellesley College. Come docente invitato ha inoltre insegnato al King’s College di Cambridge e alla École Pratique des Hautes Études di Parigi.
I suoi principali interessi di studio e di ricerca sono la musica medievale e la prassi esecutiva della musica antica, temi su cui ha dato vita a un’ampia bibliografia.
Per i suoi studi è stato ripetutamente premiato dal National Endowment for the Humanities, dall’American Council of Learned Societies e dalla American Musicological Society. Ha all’attivo anche numerosi cicli di conferenze (Metropolitan Museum of Art, New York Philharmonic, Smithsonian Institution, Los Angeles Philharmonic), e partecipazioni a trasmissioni radiofoniche e televisive sia qualità di conduttore sia di ospite.

Pubblicato in canto, corsi, iniziative, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

Il repertorio monodico e polifonico nei secoli XII-XIII

seminario-lesne-fb

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Cum beatis tua prece vocentur

arezzoVenerdi 27 gennaio 2017 alle ore 16.30 nella Cattedrale di Arezzo in occasione della giornata di presentazione del restauro del Cenotafio Tarlati, il pregevole complesso scultoreo realizzato nel 1330 dai senesi Agostino di Giovanni e Agnolo di Ventura che rappresenta la più grande opera funeraria del gotico italiano, il Gruppo Polifonico Francesco Coradini diretto dal M° Vladimiro Vagnetti e accompagnato dall’Ensemble Orientis Partibus di Assisi terrà il Concerto “Cum beatis tua prece vocentur” – Canti di devozione nel Medioevo: la musica del ‘300 intrecciandosi con la scultura farà rivivere un’atmosfera di grande suggestione.

Per seguire l’evento su Facebook clicca qui !

Pubblicato in canto, concerti, medievale, medioevo | Lascia un commento

In Praesentatione Domini

13932932_118737805239431_3664091205745360826_nGiovedì 2 febbraio 2017, dalle ore 20,30, presso l’eremo di San Giorgio a Bardolino (VR) la Neo Schola Cantorum Sancti Georgii canterà la sua prima Santa Messa nella solennità della Presentazione del Signore al tempio.
I canti saranno quelli del Proprio mentre per l’Ordinario verrà cantata la Missa cum Jubilo.
Matteo Ballisti, Direttore.

Segui l’evento su Facebook !

Pubblicato in canto, iniziative, medievale, medioevo | Lascia un commento

Epique

locandina_concerto_epique_210117Appuntamento con il recital pianistico Epique, con il pianista e compositore albanese Red Radoja, in programma sabato 21 gennaio 2017 alle ore 21.00 in Palazzina Liberty a Milano. Una selezione di fotografie di Orestia Kapidani, artista albanese in residenza a Berlino, è proiettata durante il concerto. L’evento, a cura del Centro di Cultura Albanese, rientra nella stagione 2016/17 di Palazzina Liberty in Musica, un progetto Comune di Milano – Cultura, Area Spettacolo e si avvale della collaborazione del Municipio 4.
L’autore accompagna il pubblico alla scoperta del suo peculiare universo, popolato da figure mitiche e leggendarie, le cui gesta egli narra nel nuovo album Epique. Fra i brani in programma il notturno La forza del prode e la suite per pianoforte Il canto di Garria, entrambe ispirate alle misteriose leggende della terra natia dell’autore, l’Albania. È l’epica medievale, invece, a fare da sfondo alla Rapsodia Scanderbeg e alla suite per pianoforte A caccia nella terra dei Duchi di Lorena, opera ispirata all’epopea dei mille cavalieri albanesi che si sono stabiliti nella Francia nord-orientale nel corso del XVI secolo. L’autore introduce il concerto con un suo intervento per descrivere il particolare contesto storico e culturale che alimenta la propria arte e costituisce lo sfondo del suo universo creativo.
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

Pubblicato in concerti, iniziative, medievale, medioevo | Lascia un commento