Firenze, dopo 600 anni torna intero repertorio Missa Florentina

La Basilica di San Lorenzo a Firenze si accinge a ospitare un secondo appuntamento del progetto nazionale ”Armonie dello Spirito. Meditazioni Musicali per le Basiliche Italiane”, ideato e diretto da Claudio Orazi. L’iniziativa, che si svolge sotto gli alti patrocini del Pontificio Consiglio per i Beni Culturali della Chiesa e del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale della Cei, propone stavolta un repertorio medievale sacro di rarissima frequentazione ricollocato nel contesto liturgico originario.
Scenario dell’iniziativa, promossa dall’Arcidiocesi di Firenze, dall’Insigne Basilica di San Lorenzo e dall’Opera Medicea Laurenziana, sara’ la Messa Solenne dell’Epifania, presieduta venerdì 6 gennaio 2012 alle 11 nella Basilica di San Lorenzo da monsignor Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, nel corso della quale sara’ proposta, in prima integrale, dopo 600 anni, l’esecuzione, con l’uso di tecniche vocali e strumenti d’epoca, di un servizio liturgico trecentesco composto interamente da autori fiorentini. L’arcivescovo celebrera’ la Santa Messa nel testo latino del Missale Romanum postconciliare Editio Typica Tertia approvata dal Papa Giovanni Paolo II nel 2000.
Il progetto, realizzato sotto la direzione scientifica del musicologo Francesco Zimei, noto studioso di musica tardomedievale italiana con particolare riguardo al repertorio fiorentino, comprende l’intonazione di un Ordinarium (Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus, Agnus Dei, Benedicamus Domino) interamente polifonico, opera di alcuni tra i maggiori esponenti dell’ars nova italiana come Gherardello, Bartolo, Lorenzo e Paolo, tutti nati e attivi a Firenze, tramandato da due fonti fiorentine (Paris, Bibliothe’que Nationale, ms. It. 568 e Biblioteca Apostolica Vaticana, ms. Urb. Lat. 1419) e da mettere probabilmente in relazione con l’attivita’ dello stesso Paolo, che nelle sue vesti di abate potrebbe averlo assemblato per le proprie personali esigenze celebrative. Il Proprium gregoriano e’ tratto invece dal Messale Edili 107 della Biblioteca Medicea Laurenziana, proveniente da Santa Maria del Fiore.
Del detto servizio liturgico sara’ interprete l’Ensemble Micrologus, tra i gruppi piu’ celebri al mondo nella riproposizione del repertorio medievale italiano. L’iniziativa e’ effettuata sotto gli auspici di The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies di Villa I Tatti, presso il quale Francesco Zimei e’ attualmente borsista con un altro importante progetto di ricerca sul repertorio fiorentino del Trecento.

Informazioni su italiamedievale

Presidente Italia Medievale
Questa voce è stata pubblicata in concerti, iniziative, medievale, medioevo, musica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...