Hortus deliciarum. Nox – lux: dalle tenebre del peccato alla luce della redenzione

Giunge al termine la programmazione estiva del progetto Il cuNeo gotico, che domenica 13 settembre 2015 fa tappa al parco del Castello del Roccolo di Busca. In quest’occasione, a salire sul palco alle ore 21,00 sarà il gruppo LaReverdie, il più autorevole e conosciuto, anche all’estero, ensemble musicale italiano che ripropone musiche e brani della tradizione medievale.
Nei suoi quasi trent’anni di ricerca musicale, il gruppo ha sperimentato la ricostruzione di brani che ricalcassero le forme compositive dell’epoca per creare dei nuovi “originali”: un tributo a un repertorio musicale che dopo mille anni affascina ancora oggi nel suo ricco gioco di contrasti.
LaReverdie si esibirà in un concerto originale, appositamente studiato per Il cuNeo gotico e dall’evocativo titolo di Hortus deliciarum. Nox – lux: dalle tenebre del peccato alla luce della redenzione. Luce e tenebra, bene e male, vita e morte sono binomi che ritornano più volte nei brani che compongono il ricco programma musicale.
Tra i brani, tutti di composizione medievale compresa tra la seconda metà del XII secolo e il XIV secolo ad eccezione di due realizzati dal gruppo, anche due canzoni composte da Uc de Saint Circ e Peire Vidal, due tra i più celebri trovatori francesi medievali.
Lo stesso titolo del concerto esplicita una contrapposizione duale a cui non è estranea, anzi ne è un substrato piuttosto evidente, l’eresia catara che si diffuse nell’Occitania francese, patria dei trovatori, nel Duecento, e poi da lì anche nelle valli piemontesi: i catari, che recuperarono il dualismo della tradizione gnostica e manichea dei primi secoli dopo Cristo, poi soppresso nella teologia cristiana, furono oggetto di una feroce persecuzione che si concretizzò nel loro quasi totale sterminio nella prima metà del Duecento, a seguito della tristemente nota “crociata contro gli Albigesi” bandita da papa Innocenzo III nel 1208.
Proprio il riferirsi alla tradizione catara e occitana è uno dei temi chiave de Il cuNeo gotico, sui quali il curatore del progetto Enzo Biffi Gentili punta sin dagli esordi delle attività: ne è una prova la mostra fotografica di Alain Etchepare Le pietre dei catari, “prologo” delle attività del progetto tenutasi al MIAAO di Torino nei mesi di novembre e dicembre 2013, in cui il fotografo francese espose numerose sue immagini scattate nei luoghi in cui il catarismo si diffuse e prosperò.
Nel titolo del programma de laReverdie anche il riferimento all’Hortus Deliciarum, un trattato del XII secolo compilato dalla badessa del convento alsaziano di Hohenburg, Herrad von Landsberg, a scopi pedagogici per le novizie: una sorta di “enciclopedia” – la prima a noi nota stilata da una donna – che contiene un compendio delle conoscenze dell’epoca nel quale, accanto a tematiche teologiche e filosofiche, viene sottolineata l’importanza di poesia e musica. Un orto di delizie che rimanda inoltre alla mostra in corso presso il castello del Roccolo durante il fine settimana delle attività de Il cuNeo gotico, “Cascine e orti visti dal cielo – Fotografia contemporanea e territorio rurale della Provincia Granda” che sarà liberamente visitabile con l’accompagnamento della sua curatrice Ivana Mulatero durante il pomeriggio che precede il concerto: l’esposizione fa parte di un articolato progetto espositivo dal titolo “Gusto e bellezza dal giardino alla tavola” a cura dell’associazione culturale Marcovaldo.
Il gruppo “LaReverdie” nasce nel 1986: il nome, ispirato al genere poetico romanzo che celebra il rinnovamento primaverile, rivela forse la principale caratteristica di un gruppo che nel corso degli anni continua a stupire e coinvolgere pubblico e critica per la sua capacità di approccio sempre nuovo ai diversi stili e repertori del vasto patrimonio musicale del Medioevo europeo.
Attualmente il gruppo è composto da Claudia e Livia Caffagni, Elisabetta de Mircovich e Doron David Sherwin: si esibisce tuttavia in formazioni che vanno da tre a quattordici muscisti a seconda dei repertori. Ha collaborato, in progetti speciali, con Franco Battiato, Moni Ovadia, Carlos Nunez, Teatro del Vento e si è esibito con Gerard Depardieu in uno spettacolo con letture dalle Confessioni di Sant’Agostino.
Dal 1997 i suoi componenti sono impegnati in una regolare e intensa attività didattica sul repertorio medioevale presso importanti istituzioni italiane e straniere. Ha all’attivo 18 CD insigniti di numerosi premi, fra cui, nel 1993, il primo Diapason d’Or de l’année assegnato a un gruppo italiano per la categoria Musique Ancienne. Dalla vasta discografia de laReverdie è stato tratto integralmente il CD dedicato al Medioevo per la collana I Classici della Musica pubblicato dal Corriere della Sera nel 2007.
L’ingresso ai concerti e la partecipazione alle altre attività sono gratuiti. Informazioni e prenotazioni su: www.ilcuneogotico.itwww.facebook.com/cuneogotico.

Informazioni su italiamedievale

Presidente Italia Medievale
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...