Ierusalem mirabilis et beata

LocandinaCopertinoCon il programma “Ierusalem mirabilis et beata” l’Ensemble Concentus propone venerdì 5 aprile 2019 alle ore 20,00 nella Chiesa di Santa Chiara a Copertino (LE) un percorso di musica e letture attraverso la storia dei pellegrinaggi medievali.
L’umanità medievale è un’umanità in cammino e il Pellegrino, “homo viator”, è una figura emblematica del medioevo.
Le mete di pellegrinaggio più importanti, oltre alla Terra Santa, erano Roma, i Santuari Mariani e Santiago de Compostela, luogo dove si ritiene sia sepolto San Giacomo Maggiore, Apostolo e Martire, evangelizzatore della penisola iberica.
Anche le crociate, nel loro aspetto penitenziale, erano considerate pellegrinaggi.
La prima parte del programma prevede brani dedicati a Gerusalemme e alla Terra Santa tra cui un inno del X secolo che rievoca il martirio di Cristo e alcuni tra i numerosi brani dedicati a San Giacomo, tratti dal Codex Calixinus, un’opera del XII secolo attribuita a Papa Callisto I, che raccoglie fatti storici e leggende legati a San Giacomo, al suo martirio in Terra Santa e al trasporto del corpo in Spagna. La scoperta del luogo di sepoltura del Santo sarebbe avvenuta grazie alla luce rivelatrice di una stella; da qui il nome del Santuario: “Campus Stellae”.
Il programma prevede, inoltre, alcune laude dedicate a San Francesco e al pellegrinaggio alla Porziuncola, precedute dal racconto di come il “poverello di Assisi” ricevette dal Papa il potere di indulgenza plenaria.
La parte centrale del programma è dedicata alla Vergine Maria. Abbiamo selezionato alcune laude italiane e alcune “Cantigas de Sancta Maria”, tratte da una raccolta di oltre 400 canti voluta da Re Alfonso X di Castiglia, detto “il Saggio”. Tali canti, in lingua gallego-portoghese, riprendono leggende popolari relative a miracoli della Vergine e di Gesù Cristo (Cantigas de miragres), con particolare attenzione agli ambienti sociali più umili, in una continua, singolare fusione tra elementi terreni e soprannaturali, e sono intervallate da canti di lode (Cantigas de loores) sempre rivolti a Maria.
Abbiamo, inoltre, scelto alcuni brani tratti dal Llibre vermell de Montserrat, una raccolta di canti dedicati alla Vergine venerata nel santuario di Montserrat in Catalogna.
Il programma si conclude con l’inno dedicato a Roma e ai Santi Pietro e Paolo “O Roma nobilis”: i pellegrini romei appena riuscivano a scorgere, dalla sommità del Monte Mario, la Basilica di San Pietro, si inginocchiavano, baciavano la terra e intonavano questo canto in segno di devozione e ringraziamento. L’inno è preceduto da un brano strumentale dedicato a San Patrizio qui ricordato per aver intrapreso dall’Irlanda, all’età di oltre cinquant’anni, un lungo pellegrinaggio per Roma. Tra gli scritti di San Patrizio ricordiamo la “Benedizione del Viaggiatore”: “Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle, che il sole splenda caldo sul tuo viso, e la pioggia cada dolce nei campi attorno e, finché non ci incontreremo di nuovo, possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano.”
Progetto artistico a cura di Vania Palumbo.

Informazioni su italiamedievale

Presidente Italia Medievale
Questa voce è stata pubblicata in concerti, crociate, laudi, medievale, medioevo, pellegrini. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...