A chantar. Musiche e parole dei trovatori medievali

118394153_2702868680031914_3284262008321103935_o

Per seguire l’evento su Facebook clicca qui !

Informazioni su italiamedievale

Presidente Italia Medievale
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a A chantar. Musiche e parole dei trovatori medievali

  1. Claudio Capriolo ha detto:

    Piccola osservazione a margine. Noto che A chantar è stato più volte usato come titolo di concerti, cd e manifestazioni varie dedicati alla musica medievale, e non posso fare a meno di pensare alla canso trobadorica da cui è tratto, ossia A chantar m’er de so qu’eu no volria, una composizione della trobairitz conosciuta come Comtessa de Dia – di lei ci sono pervenuti cinque componimenti, e A chantar è l’unico che ci sia stato tramandato con la relativa notazione musicale. Si tratta di un brano pervaso di tristezza, poiché lamenta il disinteresse dell’uomo amato dalla poetessa (probabilmente Raimbaut d’Aurenga, Rambaldo di Orange, che a sua volta fu trobaire). Il significato letterale del primo verso è infatti “Ora dovrò cantare quel che non vorrei”. Se si tenesse conto di questo, forse A chantar non sarebbe considerato un titolo adeguato: è un po’ come dire “sì sì, adesso vi faremo ascoltare un po’ di musica medievale, ma in realtà non vorremmo” 😏

  2. italiamedievale ha detto:

    Grazie Claudio, precisazione interessante e importante !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...