Il segreto del Quattrocento a Latisana (UD)

120202328_2056357134501355_3810141962450926618_o

CENTOTRECENTO (IT)

Marco Ferrari & Fabio Resta: flauti diritti, flauto doppio, cornamusa
Fabio Tricomi: viella, marranzano, percussioni
Elisabetta Benfenati & Diego Resta: liuti, chitarre
Annapia Capurso, Federica Di Leonardo & Gloria Moretti: voce

Per seguire l’evento su Facebook clicca qui !

Informazioni su italiamedievale

Presidente Italia Medievale
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il segreto del Quattrocento a Latisana (UD)

  1. Claudio Capriolo ha detto:

    Ed ecco un altro titolo che farà sorridere i musicologi 🙂
    Il segreto del Quattrocento è un saggio musicologico pubblicato nel 1939 da Fausto Torrefranca, che vi sostiene una tesi per la verità indifendibile.
    Il nome dell’autore (che in realtà si chiamava Acanfora ed era nato a Vibo Valentia nel 1883) oggi sarà forse ricordato da qualcuno per via di un libello antipucciniano del 1912. Tuttavia si tratta di una figura importante nella storia della cultura italiana del ‘900, perché con le sue idee e le sue prese di posizione appassionate contro il dilettantismo e l’approssimazione ebbe un ruolo fondamentale nella nascita della musicologia italiana, Poi, come del resto tutti gli intellettuali italiani dell’epoca, anche Torrefranca era imbevuto di spirito nazionalistico, ed è in quest’ottica che vanno considerati i suoi scritti. Il “segreto del Quattrocento” sarebbe l’origine italiana della polifonia quattro-cinquecentesca: per sostenere questa idea, Torrefranca sminuisce l’importanza della scuola fiammingo-borgognona e riconduce per intero l’immensa fioritura della chanson e del madrigale quattro-cinquecenteschi alla villotta, una forma polifonica che ha le proprie origini nell’Italia nord-orientale del Quattrocento.
    Leggo che il concerto nel Duomo di Latisana proporrà “Ritualità e magia, paganesimo e devozione nella musica del XV secolo”: se il programma prevede principalmente l’esecuzione di villotte friulane e forme derivate, allora siamo in tema 🙂
    Ciao!

  2. italiamedievale ha detto:

    Caro Claudio, grazie per il bel commento ! Non conosco la formazione, ma se vai sull’evento di Facebook dovresti trovare anche il programma del concerto !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...