Ierusalem mirabilis et beata

LocandinaCopertinoCon il programma “Ierusalem mirabilis et beata” l’Ensemble Concentus propone venerdì 5 aprile 2019 alle ore 20,00 nella Chiesa di Santa Chiara a Copertino (LE) un percorso di musica e letture attraverso la storia dei pellegrinaggi medievali.
L’umanità medievale è un’umanità in cammino e il Pellegrino, “homo viator”, è una figura emblematica del medioevo.
Le mete di pellegrinaggio più importanti, oltre alla Terra Santa, erano Roma, i Santuari Mariani e Santiago de Compostela, luogo dove si ritiene sia sepolto San Giacomo Maggiore, Apostolo e Martire, evangelizzatore della penisola iberica.
Anche le crociate, nel loro aspetto penitenziale, erano considerate pellegrinaggi.
La prima parte del programma prevede brani dedicati a Gerusalemme e alla Terra Santa tra cui un inno del X secolo che rievoca il martirio di Cristo e alcuni tra i numerosi brani dedicati a San Giacomo, tratti dal Codex Calixinus, un’opera del XII secolo attribuita a Papa Callisto I, che raccoglie fatti storici e leggende legati a San Giacomo, al suo martirio in Terra Santa e al trasporto del corpo in Spagna. La scoperta del luogo di sepoltura del Santo sarebbe avvenuta grazie alla luce rivelatrice di una stella; da qui il nome del Santuario: “Campus Stellae”.
Il programma prevede, inoltre, alcune laude dedicate a San Francesco e al pellegrinaggio alla Porziuncola, precedute dal racconto di come il “poverello di Assisi” ricevette dal Papa il potere di indulgenza plenaria.
La parte centrale del programma è dedicata alla Vergine Maria. Abbiamo selezionato alcune laude italiane e alcune “Cantigas de Sancta Maria”, tratte da una raccolta di oltre 400 canti voluta da Re Alfonso X di Castiglia, detto “il Saggio”. Tali canti, in lingua gallego-portoghese, riprendono leggende popolari relative a miracoli della Vergine e di Gesù Cristo (Cantigas de miragres), con particolare attenzione agli ambienti sociali più umili, in una continua, singolare fusione tra elementi terreni e soprannaturali, e sono intervallate da canti di lode (Cantigas de loores) sempre rivolti a Maria.
Abbiamo, inoltre, scelto alcuni brani tratti dal Llibre vermell de Montserrat, una raccolta di canti dedicati alla Vergine venerata nel santuario di Montserrat in Catalogna.
Il programma si conclude con l’inno dedicato a Roma e ai Santi Pietro e Paolo “O Roma nobilis”: i pellegrini romei appena riuscivano a scorgere, dalla sommità del Monte Mario, la Basilica di San Pietro, si inginocchiavano, baciavano la terra e intonavano questo canto in segno di devozione e ringraziamento. L’inno è preceduto da un brano strumentale dedicato a San Patrizio qui ricordato per aver intrapreso dall’Irlanda, all’età di oltre cinquant’anni, un lungo pellegrinaggio per Roma. Tra gli scritti di San Patrizio ricordiamo la “Benedizione del Viaggiatore”: “Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle, che il sole splenda caldo sul tuo viso, e la pioggia cada dolce nei campi attorno e, finché non ci incontreremo di nuovo, possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano.”
Progetto artistico a cura di Vania Palumbo.

Annunci
Pubblicato in concerti, crociate, laudi, medievale, medioevo, pellegrini | Lascia un commento

Musica Sefardita al Mama’s Club

melindaSabato 30 marzo 2019 alle ore 21,30 al Mama’s Club in Via San Mama, 75 a Ravenna si tiene il concerto di Musica Sefardita dei “Mi Linda Dama“.
Mi Linda Dama è un progetto di esplorazione e riarrangiamento della tradizione musicale sefardita; canti antichi dalla forte carica emotiva riproposti con arrangiamenti freschi e originali, volti a enfatizzare la fusione di tutte le culture mediterranee confluite in questa tradizione, in un connubio di suoni antichi e moderni grazie all’utilizzo di un’ampia varietà di strumenti di epoche e aree diverse.
Durante il medioevo nella penisola iberica gli ebrei sefarditi convissero con cristiani e arabi musulmani. L’editto di Granada del 1492 ne sancì l’espulsione, dando il via alla loro diaspora che lì portò nei secoli ad attraversare tutto il Mediterraneo.
Nei loro canti, tramandati oralmente di generazione in generazione, confluirono così culture diverse, in cui le storie ebraiche si fusero con le melodie ispaniche e con i ritmi arabi/andalusi, creando un tessuto musicale ricchissimo. I testi raccontano storie senza tempo, in cui l’amore, il viaggio e la storia sono protagonisti.
Namritha Nori: voce; Giulio Gavardi: chitarra, sazturco, oud arabo, mandolino, sax soprano; Niccolò Giuliani: cajon, darbouka, tamburi a cornice, wavedrum, palmas, effetti.

Pubblicato in concerti, medievale, medioevo | Lascia un commento

Tra verdi campi alla stagion novella

img_770589_30017

Enerbia

Nell’ambito del progetto Educazione alla Musica della Fondazione Teatri di Piacenza e delle proposte del cartellone di spettacoli Extra Municipale, venerdì 22 marzo 2019 alle ore 10:30 andrà in scena al Teatro Municipale lo spettacolo “Tra verdi campi alla stagione novella – Feste e banchetti musicali tra Umanesimo e Rinascimento“, con la direzione e la regia di Maddalena Scagnelli, alla guida dell’Ensemble strumentale Le Rose e Le Viole e del Gruppo Vocale Enerbia. Lo spettacolo è rivolto alle scuole secondarie di primo grado e superiori di Piacenza e provincia.
Le grandi feste e banchetti del Rinascimento italiano sono occasioni straordinarie in cui si manifesta un nuovo linguaggio poetico e musicale. Nascono infatti le forme del madrigale e della ballata, destinate ad una grande fortuna nei secoli successivi; gli scrittori narrano spesso i convivi nelle splendide corti italiane o nei giardini al riparo dagli scontri politici, le feste popolari e il Carnevale.
Nello spettacolo “Tra verdi campi alla stagion novella” saranno proposti alcuni dei testi poetici più belli di Boccaccio, Petrarca, Tasso, Michelangelo con le musiche appositamente scritte da Arcadelt, Monteverdi, Landini, Verdelot, Lorenzo da Firenze e altri meravigliosi musicisti-artisti. Nello spettacolo anche alcuni degli enigmi musicali di Leonardo da Vinci nell’anno delle celebrazioni del cinquecentesimo anniversario dalla morte.
Maddalena Scagnelli, musicista e polistrumentista piacentina, fa ritorno al Teatro Municipale dopo il successo degli spettacoli delle scorse stagioni, Se la musica fosse il cibo dell’amore e Serenata, sempre inseriti nel progetto Educazione alla Musica. Si dedica da anni con i gruppi Enerbia e Eudaimonia alla valorizzazione degli antichi repertori musicali italiani ed europei con particolare riferimento a quelli medievali e rinascimentali. Con lei in scena ci saranno Eugenia Del Bue e Andrea Groppi (voci recitanti), e Silvia Trebbi (mimo).

 

Pubblicato in concerti, medievale, medioevo, musica, polifonia, rinascimento, spettacolo | Lascia un commento

Echi lontani. Musica e strumenti d’epoca in luoghi storici

Echi-lontani-70x100aIl fascino della musica antica suonata con strumenti storici negli spazi più suggestivi della città. Da giovedì 21 marzo a venerdì 21 giugno 2019 ritorna a CagliariEchi lontani“, festival che ripropone il prezioso patrimonio musicale appartenente all’arco di tempo compreso tra il Medioevo e il tardo Settecento. Organizzata dall’associazione Echi lontani, in partenariato con il Conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina e con la collaborazione della Fondazione di ricerca Giuseppe Siotto e dell’associazione culturale Le Officine, la manifestazione è giunta alla 25/a edizione.
Un’edizione orfana del suo ideatore, Ferruccio Garau, tra i più attivi organizzatori culturali morto lo scorso ottobre, e che vede ora al timone dell’associazione la moglie, Giuliana Abis, affiancata dal violinista genovese Dario Luisi, direttore artistico del festival. Anche quest’anno Echi lontani ha voluto puntare l’attenzione su personalità di sicuro interesse, spaziando da nomi ormai internazionalmente acclamati a nuove realtà. Tra gli ospiti Paola Erdas, Nicola Barbagli, Alex Rolton, Gianluca Cagnani, Yun Kim e François Fernandez.
Si parte il 21 marzo quando, in occasione della Giornata internazionale della musica antica, il Quartetto Vanvitelli proporrà il concerto Corelli, Masciti et l’Europe, un napoletano a Parigi, in programma alle ore 21:00 nella Sala dei ritratti di Palazzo Siotto. Sempre giovedì è previsto un momento dedicato agli studenti, con il Quartetto Vanvitelli che alle ore 11:00 incontrerà i ragazzi del Liceo artistico “Foiso Fois” per presentare e illustrare con esempi musicali il suo ultimo cd, dedicato all’opera di Masciti. Non solo: alle 18:45 l’appuntamento è con “Un Castello di musica”, un tour a tema musicale per le strade e i palazzi dello storico rione cagliaritano. A maggio ci sarà la sezione Feste musicali per Sant’Efisio che ingloba le sezioni “Organi in concerto: itinerari sugli organi storici restaurati” e Monumenti aperti.

 

Pubblicato in concerti, festival, medievale, medioevo, musica, rinascimento | Lascia un commento

Musiche per il Bestiario di Leonardo

53499934_2435230283173525_985206798384365568_nGiovedì 21 marzo 2019 alle ore 21,00, nella Chiesa di San Teonisto a Treviso in Via San Nicolò, 31, in occasione della Giornata Europea della Musica antica, l’ensemble di musica medievale LaReverdie (Claudia Caffagni, voce, liuto; Livia Caffagni, voce, viella, flauti; Elisabetta de Mircovich, voce, viella, ribeca) proporrà il concerto Musiche per il Bestiario di Leonardo. Letture di Stefano Trevisi. Per seguire l’evento su Facebook clicca qui !

Pubblicato in concerti, Leonardo da Vinci, letture, medievale, medioevo, musica | Lascia un commento

Ecco la Primavera

53900737_2010069532628426_4165105042795266048_n

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Laudar vollio per amore

52913797_2276874752527179_712464512388694016_n

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento