Concerto di Musica Medievale

296055558_584991403042420_2778492263686396810_n

Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Un viaggio nel Medioevo tra devozione e amor cortese

23 luglio in itinere

Per maggiori informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , | Lascia un commento

I luoghi dello spirito e del tempo

Template Piccolo formato

Per maggiori informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , | Lascia un commento

“Chansons a la Vièrge, la Madonna nella musica francese medievale, sec. XII-XIV“

DSC_8056Per la rassegna “La lunga notte delle pievi. Le donne di Carnia” Domenica 17 luglio 2022 l’ENSEMBLE OKTOECHOS propone un Programma che ha riscosso grande successo: “CHANSONS A LA VIERGE- La Madonna nella musica francese medievale, sec.XII-XIV”, con musiche di Magister Perotinus, Gautier de Coincy, Guillaume de Machaut e polifonie della Scuola di Notre-Dame e della Scuola di san Martial de Limoges. Il concerto si terrà nella splendida cornice della Pieve di San Pietro di Zuglio (UD) alle ore 20,30.

ENSEMBLE OKTOECHOS: Nadia Caristi, Eugenia Corrieri, Lisa Friziero, Marija Jovanovic, voci; Lanfranco Menga, direttore.

Per informazioni: info@corofvg.it, Tel. 3925390090

Lascia un commento

L’Alta Cappella nelle corti italiane del XV secolo

291574760_460145766111973_5874604724957263568_nPer la prima volta la Rassegna di Musica Antica “I Concerti di Euterpe” promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” e dalla Associazione Musicale “Le Cantrici di Euterpe esce dalle mura della città dell’Aquila e approda a Navelli, uno dei borghi più belli d’Italia.

L’appuntamento, realizzato in collaborazione con il Comune di Navelli (AQ), è per martedì 12 luglio 2022 alle ore 21,15 nel cortile monumentale di Palazzo Santucci, situato nella sommità del borgo, luogo di particolare pregio storico e architettonico, dove l’ensemble MusiCanti Potestatis presenta il programma “De Pifari et sonatori voriace essere una compagnia”, l’Alta Cappella nelle corti italiane del XV secolo.

MusiCanti Potestatis si costituisce nel 2011 a Bevagna (Perugia) e il nome rimanda alla frase “Potestatem de cantoribus et musicorum,” che riconosce il legame profondo con la città e il Mercato delle Gaite di musici e cantori del Podestà, storicamente la carica massima dei sistemi comunali del trecento italiano.

La formazione originale del gruppo è quella di una Alta Cappella di Corte, con i suoni tipici e penetranti suoni di cornamuse, cennamelle, trombe e percussioni magistralmente eseguiti da Matteo Nardella, Giacomo Silvestri, Filippo Calandri, Danilo Tamburo e Lorenzo Lolli. Tutti i musicisti hanno approfondito la loro formazione nel Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg”, gestito dall’Associazione Micrologus.

Il programma è come un viaggio musicale nelle corti italiane dopo il Concilio di Costanza del 1414-1418 passando dalla corte Estense di Ferrara a Venezia, dai Montefeltro di Urbino ai Medici di Firenze e poi ancora i Gonzaga di Mantova e gli Aragonesi nel sud Italia. Ciascuna delle corti aveva una sua orchestra di “Pifari et sonatori” con musicisti provenienti da tutta Europa.

I MusiCanti Potestatis ricercano una lettura accurata delle fonti storiche ed un’interpretazione mirata a rendere fruibile la musica antica, facendo immergere gli ascoltatori in antiche sonorità ed al tempo stesso nuove e suggestive atmosfere.

L’ingresso è libero

Contrassegnato , , | Lascia un commento

La porta dei sogni. Musica cortese

01mc2012“La musica è uno strumento importante per far conoscere alle persone qual era la vita nei nostri territori mille anni fa. Un’epoca ingiustamente etichettata come ‘buia e sanguinaria’, ma che in realtà ha portato a tante innovazioni, come ad esempio gli statuti comunali che, se paragonati a buona parte dei testi di legge contemporanei generatori di burocrazia, appaiono essere dei provvedimenti efficaci e snelli di gestione delle comunità”.
Lo ha detto a Udine l’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, in occasione della presentazione del Festival internazionale di musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia che si terrà dal 9 luglio al 29 settembre 2022. L’evento, titolato ‘La porta dei sogni. Musica cortese’, è stato definito dagli organizzatori come l’unico festival di musica medievale rimasto in Italia.
“Leggendo il programma – ha spiegato l’esponente della Giunta regionale – ho visto con soddisfazione che proprio la parte progettuale relativa agli statuti comunali viene realizzata con il coinvolgimento dei giovani, segno che il Medioevo suscita un interesse tra le nuove generazioni capace di uscire da un cliché culturalmente poco attrattivo in quanto, sul piano cronologico, schiacciato dalla forza impetuosa del Rinascimento”.
Gibelli ha poi sottolineato come la sopravvivenza del Festival dopo le restrizioni dovute alla pandemia sia in buona parte dovuta, oltre che agli aiuti economici regionali – che in altre parti d’Italia sono stati meno presenti -, anche alla capacità degli operatori di aver gestito i bilanci delle associazioni con grande serietà, consentendo in questo modo ai sodalizi di superare il periodo di inattività.
Tornando al valore della cultura di quell’epoca, l’assessore ha ricordato il saggio di Johan Huizinga ‘Autunno del Medioevo’, il cui merito è quello di rappresentare la storia poetica legata a quel periodo, riscoprendo opere d’arte, letteratura, organizzazione civica e personaggi “forse non troppo approfonditi da una didattica scolastica che sullo studio di quest’epoca – ha concluso – è stata spesso negativamente influenzata da un ingeneroso pregiudizio”.

Contrassegnato , , | Lascia un commento

Madama Margherita

288947993_5226987497396980_8845041897198195959_nIl secondo concerto della Rassegna di Musica Antica “I Concerti di Euterpe” sarà dedicato al 500esimo anniversario della nascita della duchessa Margherita d’Austria, figlia naturale di Carlo V, nominata governatrice della città dell’Aquila, titolo che mantenne fino alla sua morte avvenuta nel 1586. Manifestata la volontà di insediarsi in città con la sua corte, vi entrò nel 1572 e si insediò nel Palazzo del Capitano, nominato poi Palazzo Margherita, edificio simbolo che fino al 2009 è stata la residenza municipale cittadina.

L’appuntamento è per domenica 3 luglio 2022 alle ore 21.15 nel suggestivo Cortile di Palazzo di Paola (Corso Vittorio Emanuele II 95) e trova protagoniste Le Cantrici di Euterpe dirette da Maria Antonietta Cignitti accompagnate dall’ensemble Aquila Altera, formato da Matteo Nardella flauti, flauto e tamburo, bombarda, Filippo Calandri cornetto, Antonio Pro liuto e chitarra a 5 ordini, Cristina Ternovec viola da gamba, Veronica Lauricella organo.

Lo spettacolo dal titolo “Madama Margherita. Musica e danza al tempo di Margherita d’Austria” è di fatto un itinerario musicale che attraversa virtualmente tutti i luoghi che in qualche modo hanno segnato la vita della duchessa, con brani vocali e strumentali che evocano le atmosfere delle corti del Cinquecento, insieme alle danzatrici del gruppo di danza antica Perra Mora che proporranno balli eseguiti al tempo con le loro originali coreografie. Del resto, nelle corti al tempo di Margherita d’Austria, la danza è sempre stata protagonista di feste e cerimoniali. Notevoli furono le influenze musicali e di prassi esecutiva fiamminga che la corte di Margherita produsse nel mondo culturale dell’epoca a L’Aquila. La Rassegna di Musica Antica “I Concerti di Euterpe” è promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” e dalla stessa Associazione Musicale “Le Cantrici di Euterpe”. L’ingresso è libero.

Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Concerto Un Viaggio nel Medioevo

23 giugno musica

Per maggiori informazioni clicca qui !

Contrassegnato , , , | Lascia un commento

“Al tempo d’i dolci sospiri”

21 giugno

Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La festa dei folli: divertirsi nel Medioevo

21 giugno musica

Per maggiori informazioni e programma cllica qui !

Contrassegnato , , , | Lascia un commento